TEORIA RITMICA E PERCEZIONE MUSICALE (II Prova Ammissione Triennio) Contenuto sezione

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

AFAM • Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica

Conservatorio di MusicaLicinio Reficedi Frosinone

Coordinamento dei Professori di Teoria, Ritmica e Percezione Musicale

 

Linee Guida

 

Per i programmi e le forme di verifica del Settore artistico disciplinare Teoria, ritmica e percezione musicale per i Corsi per il Diploma accademico di I Livello

 

 

 

 

Area disciplinare:

Discipline teorico-analitico-pratiche

 

 

Settore artistico-disciplinare:

Teoria, ritmica e percezione musicale-COTP/06

 

 

Declaratoria:

Il settore si occupa sia degli aspetti teorici e semiografici della musica che dello sviluppo della lettura e dell’orecchio musicale. Inoltre mira ad affinare la capacità di riconoscimento delle strutture ritmiche, melodiche, armoniche, timbriche e formali mediante specifiche discipline ed attività laboratoriali.

 

 

Campi disciplinari di competenza:

 

  • •Teoria della musica
  • •Semiografia musicale
  • •Ritmica della musica contemporanea
  • •Lettura cantata, intonazione e ritmica
  • •Fondamenti di acustica degli strumenti musicali e della voce
  • •Ear training

 

 

Tipologia:C (disciplina collettiva teorico o pratica)

 

 


Introduzione

 

  I programmi dettagliati e le relative bibliografie dei corsi saranno redatti dai singoli professori tenuto conto delle presenti linee guida elaborate dal Coordinamento dei Professori di Teoria, ritmica e percezione musicale – TRPM, e delle necessità didattiche dei Consigli di corso.

  Per le verifiche in forma di esame, la commissione esprimerà un solo voto in trentesimi, espressione della valutazione complessiva di tutte le prove, scritte, pratiche e orali. Le prove scritte di analisi (questionario o tema) e gli elaborati di trascrizione e composizione saranno svolti in 3 ore; le prove pratiche saranno estemporanee o svolte previo studio di 1 ora.

 

 

 

Obiettivi formativi e forme di verifica dei Campi disciplinari

 

 

Teoria della musica

 

Obiettivi formativi:

Studio dei fondamenti di Teoria della musica con la trattazione sistematica degli elementi costitutivi della musica, della loro morfologia e dei loro modi di articolarsi e di combinarsi in una sintassi e in un linguaggio, e del complesso dei precetti che servono di guida alla loro pratica applicazione.

Il corso prevede un modulo monografico proposto dal docente in cui saranno trattati argomenti specifici di teoria della musica in riferimento anche a possibili applicazioni pratiche ed attività laboratoriali finalizzate ad ottenere un riscontro e una maggiore comprensione del testo musicale.

Il corso prevede, altresì, una parte generale di lineamenti delle teorie musicali avente come oggetto di studio il contenuto di testi o saggi indicati dal docente all’inizio del corso.

 

Struttura del corso:

1) Modulo monografico.

2) Parte generale: lineamenti delle teorie musicali.

 

 

 

Forma di verifica:

Prova scritta e orale

 

a) Prova scritta:

Questionario o tema sugli argomenti trattati durante il corso(Prova in 3 ore).

 

b) Prova orale:

Interrogazione sugli argomenti trattati durante il corso.

 

 Semiografia musicale

 

Obiettivi formativi:

Il corso intende fornire, allo studente, la conoscenza degli aspetti interpretativi più rilevanti legati alle problematiche della Semiografia musicale, mettendo a disposizione gli strumenti culturali idonei ad incrementare la propria capacità di lettura e decodificazione del segno notazionale in relazione alla pratica compositiva ed esecutiva.

E’ previsto lo studio riassuntivo dei sistemi compositivi nei quali le specifiche notazioni   trovano  impiego con esame di partiture ad esse correlate.

Il corso può prevedere un modulo pratico di semiografia applicata con possibile utilizzo della videoscrittura ed esecuzione di brani musicali contenenti anche segni non convenzionali.

 

Indirizzi:

- Semiografia musicale per la musica antica

- Semiografia musicale per la musica moderna e contemporanea

 

Forma di verifica:

Prova scrittae/o pratica e orale

 

a)     La Prova scritta e/o pratica verterà sui seguenti punti:

 

indirizzo musica antica:

  1. Analisi e/o Trascrizione di un breve brano tratto dal repertorio strumentale o vocale in notazione mensurale bianca;

oppure,

Analisi e/o Trascrizione in notazione moderna di una composizione musicale manoscritta dal XVII al XIX sec.

(Prova in 3 ore).

  1. Interpretazione di un breve brano solistico o in ensemble, che può presentare abbellimenti, segni di abbreviazione, basso numerato, ecc.

(Prova assegnata dalla commissione 1 ora prima).

 

indirizzo musica moderna e contemporanea:

  1. Analisi e/o Trascrizione dal punto di vista semiografico di una breve composizione moderna o contemporanea.

(Prova in 3 ore).

  1. Interpretazione di un breve brano solistico o in ensemble, che presenti anche segni non convenzionali.

(Prova assegnata dalla commissione 1 ora prima).

 

b) Prova orale:

Presentazione ed analisi di uno o più lavori studiati durante il corso.

Interrogazione sugli argomenti trattati durante il corso.

 

Ritmica della musica contemporanea

 

Obiettivi formativi:

L’attività formativa mira ad approfondire le conoscenze teoriche e pratiche relative alla ritmica contemporanea, attraverso la teoria, la semiografia, la composizione, la trascrizione, l’analisi e l’esecuzione di brani di repertorio dal novecento storico ad oggi.

Il corso, teorico-pratico, potrà avere carattere monografico e sarà strutturato in due moduli:

  • Modulo teorico:

Teoria, Semiografia e Analisi della ritmica contemporanea.

  • Modulo pratico:

Attività laboratoriale di lettura, trascrizione e composizione della ritmica contemporanea. Il corso potrà prevedere:

  1. l’esecuzione strumentale con possibile utilizzo del proprio strumento o di strumenti a percussione, individuale o collettiva;
  2. la trascrizione, anche sotto dettatura, di brani tratti dal repertorio e/o esercizi specifici;
  3. l’elaborazione di composizioni;
  4. lo studio delle problematiche connesse all’interpretazione in relazione alla tecnica direttoriale.

 

Forma di verifica:

Prova scritta e/o pratica e orale

 

a)     Prova scritta e/o pratica:

  • Analisi (questionario o tema) relativa agli aspetti ritmici e semiografici di una composizione proposta dalla commissione(Prova in 3 ore);

e/o

  • Trascrizione da brani di repertorio e/o esercizi specifici;

e/o

  • Interpretazione di frammenti tratti da brani di repertorio e/o esercizi specificiche presentino anche segni non convenzionali. La prova potrà essere individuale o collettiva e potrà essere eseguita anche con il proprio strumento o con strumenti a percussione(Prova assegnata dalla commissione 1 ora prima);

e/o

  • Elaborazione di una breve composizione(Prova in 3 ore);

e/o

  • Altre prove relative alle attività laboratoriali svolte durante il corso.

 

b)     Prova orale:

Interrogazione sugli argomenti trattati durante il corso.

 

 

Lettura cantata, intonazione e ritmica

 

Obiettivi formativi:

L’attività formativa mira ad approfondire le capacità della lettura cantata a prima vista, ad affinare la capacità di intonazione (intervalli, scale, accordi) e di lettura ritmica, praticate in apposite attività laboratoriali, individuali e/o di gruppo.

La lettura cantata e l’intonazione potranno essere trattate anche in funzione del trasporto e/o delle chiavi antiche.

E’ previsto anche l’utilizzo del proprio strumento o di strumenti a percussione.

 

Forma di verifica:

Prova pratica e orale

 

a) Prova pratica:

  • Lettura cantata a prima vista con o senza accompagnamento al pianoforte di brani tratti dal repertorio, scelti dalla commissione in base al percorso formativo dello studente.
  • Intonazione di intervalli, accordi, scale, trasporto di frammenti melodici, ecc.
  • Lettura ritmica a prima vista di frammenti di composizioni tratte dal repertorio, eseguita anche con il proprio strumento o con strumenti a percussione. La prova potrà essere individuale o collettiva.

 

In aggiunta, altre prove pratiche relative alle attività laboratoriali svolte durante il corso.

 

b)     Prova orale:

Interrogazione sugli argomenti trattati durante il corso.

 

Fondamenti di acustica degli strumenti musicali e della voce

 

Obiettivi formativi:

L'attività formativa punta a fornire una conoscenza preliminare dei fondamenti di acustica, psicoacustica e di acustica ambientale, sottolineando in particolare la loro rilevanza per la cognizione dei principi e delle strutture della musica occidentale, oltre a fornire nozioni iniziali  sul funzionamento meccanico ed acustico degli strumenti musicali e della voce.

 

Forma di verifica:

Prova scritta e orale

 

a) Prova scritta:

Questionario o tema sugli argomenti trattati durante il corso(Prova in 3 ore).

 

b) Prova orale:

Interrogazione sugli argomenti trattati durante il corso.

 

Ear training

 

Obiettivi formativi:

L’attività formativa mira ad affinare la capacità di riconoscimento delle strutture ritmiche, melodiche, armoniche, timbriche e formali mediante specifiche discipline ed attività laboratoriali. Mira ad affinare la capacità di riconoscimento, intonazione e trascrizione di intervalli, bicordi, triadi e quadriadi, sequenze accordali e andamenti polifonici, attraverso esercitazioni che possono comprendere anche la lettura cantata polifonica.

Obiettivo centrale del corso è far progredire le capacità percettive degli studenti attraverso l’analisi all’ascolto, portandoli a una sempre più accurata discriminazione degli elementi costitutivi di oggetti musicali tendenzialmente sempre più complessi.

Il corso potrà prevedere un modulo teorico in cui trattare argomenti al fine specifico della percezione all’ascolto.

Nel caso di più annualità i programmi saranno formulati secondo un criterio organico, sistematico, che consideri il percorso complessivo dell’attività formativa (1, 2 o 3 annualità).

 

Forma di verifica:

Prova scritta, pratica e orale

 

a)     Prova scritta e pratica:

  • Trascrizione sotto dettatura di frammenti polifonici a due, tre o quattro parti (dal contrappunto di prima specie al fiorito).

 

  • Riconoscimento e intonazione di intervalli, accordi ecc. (individuale) e/o Lettura cantata a prima vista di parti polifoniche (collettiva).

 

  • Analisi all’ascolto (scritta o orale) attraverso cui il candidato risponderà a quesiti richiesti relativi ai diversi parametri musicali dei brani proposti (es. ritmo, melodia, fraseggio, timbri, linguaggio, stile, forma, periodo storico, formazioni strumentali, ordine cronologico di brani proposti a confronto, discriminazione di singoli accordi o sequenze accordali, o di particolari andamenti polifonici ecc.).

 

In aggiunta, altre prove pratiche relative alle attività laboratoriali svolte durante il corso.

 

b)     Prova orale:

Interrogazione sugli argomenti trattati durante il corso.

 

Allegati

  • PDF
    Programma TRPM ammissione Triennio 08.04.19